sabato 1 febbraio 2014

4 modi diversi per collegare in rete e condividere una stampante o un fotocopiatore


In ambito lavorativo è molto più conveniente condividere in rete locale un'unica stampante professionale o un fotocopiatore piuttosto che utilizzare una stampante dedicata per ogni Computer. Anche in ambito casalingo, sia per motivazioni di efficienza che di risparmio, è molto utile mettere in condivisione una sola multifunzione con 2 o più Personal Computer oppure con molteplici apparecchiature come tablet, netbook, smartphone (leggi anche: COME RISPARMIARE: con Stampanti, Fax e Fotocopiatori).
icona stampante
Il primo passo è quello di creare una rete dati LAN (Local Area Network) o una Wireless LAN (Wireless Local Area Network) per tutti i Personal Computer (PC) che hai a disposizione, e per fare questo può esserti utile leggere: "Come collegare 2 PC insieme in rete LAN e farli comunicare fra loro?".
In seguito devi collegare una stampante alla rete LAN in modo da permettere la stampa di documenti a tutti i PC connessi alla rete anche quando montano Sistemi Operativi differenti fra loro (Windows, Linux, Mac OS X). Per farlo hai a disposizione molte strade percorribili, che dipendono sia dalle caratteristiche della stampante o del fotocopiatore multifunzione disponibile, sia dalle esigenze e aspettative degli utenti della rete.

Stampante con Porte Ethernet + USB + Parallela
Stampante con Porte Ethernet + USB + Parallela

Prima di tutto informati su quali sono le caratteristiche della stampante che hai a disposizione.
In particolare controlla quanti e quali tipi di collegamento verso l'esterno (porte di comunicazionesono presenti nella stampante

Ad esempio verifica se essa possiede già una scheda di rete interna (Ethernet, Wi-Fi Bluetooth) e quindi se è già predisposta per un collegamento con porta LAN, oppure se ha solamente una porta Universal Serial Bus (USB) o addirittura se possiede solo la vecchia porta Parallela o Line Printer Terminal (LPT)

Alcune stampanti sono dotate di doppie o triple porte, ovvero permettono molteplici collegamenti contemporanei con più connessioni differenti (ad esempio: Ethernet+USBUSB+ParallelaEthernet+USB+Parallela, ecc.)

Un'altra caratteristica da verificare è se si tratta di una stampante progettata per un uso casalingo (consumer) o professionale (business)
Non ci sono regole specifiche ma i fattori che permettono di valutare e distinguere la tipologia di utilizzo di una stampante sono ad esempio: 
    immagine stampante
  • la dotazione di un cassetto per la carta molto grande (500 fogli) o di vassoi multipli
  • la presenza di molteplici porte di connessione fra cui quella di rete (Ethernet)
  • la presenza di un pannello di controllo LCD,
  • la possibilità di stampare in fronte / retro automatico,
  • la velocità di stampa elevata che si misura in pagine al minuto (ppm). Ad esempio 30 ppm.
  • la dotazione di driver software per più sistemi operativi (Microsoft Windows, Linux, Mac OS X) o per differenti versioni di essi.
  • dotazione di driver per più versioni del "linguaggio di descrizione di pagina(PCL5, PCL6, PostScript PS, ecc.)
  • toner cartucce d'inchiostro molto capienti. Ad esempio toner da 3500 pagine.
  • con le dovute eccezioni il prezzo (!)
In particolare è opportuno capire se la stampante appartiene o meno alla categoria delle...

HOST BASED PRINTERS
Una Stampante "HOST based" è molto economica in quanto è dotata di meno hardware e meno memoria interna RAM o ROM rispetto ad una stampante NON host based e, per processare le stampe, sfrutta pesantemente le risorse (CPU, RAM) del computer (HOST) cui è collegata attraverso la porta USB. 
Questo tipo di stampante è più indicata per un uso "casalingo" e con bassi volumi di stampa, inoltre è incompatibile con qualunque print / printer server. 
Poiché utilizza la Graphics Device Interface (GDI) del PC cui è collegata è anche definita "Stampante GDI" (o "GDI printer"). Infine, in ambito Microsoft Windowsè conosciuta anche come "Win-printer" perché sfrutta la GDI di Windows e può funzionare solo con sistemi operativi Windows.
Di seguito è presente una lista dei principali produttori di stampanti, ogni voce contiene un link ad un documento in inglese (fonte IBM) che riporta un elenco delle stampanti del relativo produttore. In ogni documento sono indicate alcune caratteristiche della stampante fra cui la tipologia Host-Based (Sì=Y, No=N).
Infine devi considerare se anche l'utenza della stampante è di tipo casalingo (con pochi utenti che la utilizzano saltuariamente) o professionale (con molti utenti che potrebbero richiederla costantemente accesa e disponibile e che effettuano numerose stampe).

In base alle precedenti considerazioni ed esigenze puoi scegliere la modalità più adatta per tecnologia di collegamento fra le seguenti quattro differenti tipologie di condivisione:

1) ROUTER o SWITCH + STAMPANTE attraverso PORTA ETHERNET o WI-FI. Consigliata per un uso professionale. Si possono collegare tante stampanti quante sono le porte Ethernet del Router ed eventualmente si possono aumentare le porte LAN espandendo la rete con uno Switch. Utilizzando invece il WiFi il numero di periferiche condivisibili diventa virtualmente illimitato. Non è necessario dedicare un PC alla condivisione.
2) PC + STAMPANTE attraverso PORTA USB o PARALLELA. Consigliata per un uso semi-professionale o casalingo. Si possono condividere in rete locale tante stampanti quante sono le porte USB (o Parallele) libere nel PC a cui sono collegate fisicamente, ma il PC deve essere sempre acceso!
3) PRINT SERVER + STAMPANTE attraverso PORTA USB. Consigliata per un uso professionale. Ovviamente se il Print Server è Wireless la stampante diventa raggiungibile in WiFi. Alcuni Print server possiedono più porte USB quindi è possibile avere ad esempio 2 o 3 stampanti condivise in rete locale attraverso un solo dispositivo. Non è necessario dedicare un PC alla condivisione.
4) ROUTER ADSL + STAMPANTE attraverso PORTA USB. Consigliata per un uso casalingo. Anche in questo caso se il Router è Wireless la stampante diventa raggiungibile in WiFi. Solitamente il router ADSL ha una sola porta USB quindi permette la gestione di una sola stampante. Non è necessario dedicare un PC alla condivisione.

Ora vediamo le quattro soluzioni descritte singolarmente:

1) ROUTER o SWITCH + STAMPANTE CON PORTA ETHERNET o WI-FI. 
1) ROUTER o SWITCH + STAMPANTE CON PORTA ETHERNET o WI-FI.
In nero i cavi Ethernet
porta ethernet
Porta Ethernet
Se la stampante è dotata di una porta di rete Ethernet (con scheda integrata) e tu possiedi un router di rete allora puoi collegare la stampante direttamente al router. Ti occorrono solamente due cavi di rete LAN, chiamati anche Ethernet patch o straight cord, dotati di connettore (RJ-45). Un cavo di rete lo impieghi per collegare il PC alla prima porta Ethernet del router e l'altro cavo lo usi per connettere la stampante alla seconda porta del router.
Per rendere "visibile" in rete la stampante puoi sfruttare il servizio di configurazione IP dinamica (DHCP) il quale assegna alla stampante in modo dinamico e automatico il primo indirizzo IP disponibile. 
Solitamente qualunque Router è in grado di erogare il servizio DHCP e, al limite, deve solo essere abilitato a funzionare come SERVER DHCP, mentre la stampante deve essere abilitata a diventare un CLIENT DHCPNelle istruzioni fornite a corredo del router e della stampante in genere è illustrato nel dettaglio come procedere alla configurazione di questo servizio.
In sostituzione del router di rete puoi utilizzare anche un modem o router ADSL (quello per collegarsi ad internet) solo però se esso possiede anche uno switch di rete integrato ovvero è dotato nativamente di più di una porta Ethernet.
In alcuni casi il router che mette in comunicazione la tua LAN WLAN (Wireless LAN) con una rete esterna WAN (Wide Area Network) viene definito anche GatewayHome Access Gateway (HAG) o Customer Premise Equipment (CPE). Ne è un esempio il modem / router ADSL che permette il collegamento ad Internet e che in alcuni casi possiede anche la porta di connessione in Fibra Ottica (come il FASTModem di Fastweb) e/o funzioni aggiuntive come: FirewallNATVOIPComunque sia l'importante, per il nostro scopo, è che il dispositivo possieda delle porte Ethernet o WiFi senza limitazioni sul numero di dispositivi collegabili e che sia liberamente configurabile il routing.
Esempio di SWITCH a 8 porte
Esempio di SWITCH a 8 porte

In sostituzione del router puoi utilizzare anche un più semplice Switch di rete il quale però non possiede mai il servizio DHCP integrato. Pertanto, con lo switch (o con un Hub), è necessario configurare l'indirizzamento IP statico su ciascuna periferica collegata in rete. 
Quindi devi assegnare manualmente un indirizzo IP libero (del tipo 192.168.0.x) a ciascun PC della rete (ad esempio il primo è 192.168.0.1)Leggi anche come configurare una rete in: Come collegare 2 PC insieme in rete LAN e farli comunicare fra loro?
Allo stesso modo devi assegnare un altro indirizzo IP libero della stessa sotto-rete (ad esempio 192.168.0.2anche alla stampante. Su alcune stampanti questa operazione è più facile perché possiedono un pannellino LCD con cui puoi gestire e modificare tutte le opzioni. Per altri modelli (senza LCD) è necessario utilizzare il software fornito a corredo che ti permette di configurare tutto attraverso una procedura guidata.

Se dovessi riscontrare problemi durante l'installazione della stampante in rete puoi leggere le istruzioni presenti sul sito HPRisoluzione dei problemi relativi all'installazione delle stampanti di rete cablateSono sufficientemente generiche da essere valide anche per stampanti di altre marche.

Se non hai un router di rete, un modem / router ADSL o uno switch di rete ma devi comunque collegare solo n.1 PC alla Stampante con porta Ethernet puoi utilizzare un trucco (economico), ovvero collegare i due apparecchi con un cavo Ethernet incrociato (cross) e configurarli con indirizzamento statico (o dinamico se il sistema operativo del PC lo permette).

WIRELESS
Se la stampante possiede una scheda WiFi integrata puoi inserirla nella tua rete WLAN a patto di avere almeno un'altra apparecchiatura WirelessIn caso di connessione Wi-Fi le operazioni da eseguire e le considerazioni da fare sono analoghe a quelle con connessione in rete cablata Ethernet, il vantaggio è che non devi utilizzare cavi di collegamento e quindi puoi posizionare la stampante con molta più libertà, mentre lo svantaggio è che la velocità di trasferimento Wireless potrebbe essere più lenta. 
I collegamenti Wireless di dividono in due modalità di collegamento: "infrastruttura" "ad-hoc":
In modalità Infrastruttura, sia i computer wireless che quelli dotati di cavo, possono comunicare attraverso un punto di accesso Wireless (Access Point) o un router WiFi per inviare i dati all'interfaccia di rete. Se usi un router WiFi o un Access Point dovrai configurarlo scegliendo un indirizzamento IP statico o dinamico. A seconda della scelta fatta dovrai configurare anche la stampante WiFi con l'analoga tipologia di indirizzamento IP.
Se NON hai un router wireless o un access point ma il tuo PC e la tua stampante sono dotati di scheda WiFi, allora puoi creare una connessione WiFi in modalità ad-hoc, detta anche WiFi Peer-to-Peer (WP2P), fra le due apparecchiature (è l'equivalente a onde radio del cavo Ethernet incrociato). In questo caso però Il PC si può collegare soltanto ad una rete wireless alla volta, per cui, quando è collegato alla stampante, non può essere collegato anche ad un router wireless (ad esempio per l'accesso a Internet). Se la stampante utilizza Servizi Web (come PrintApps ePrint), questi non funzioneranno in quanto per abilitare questi servizi, è necessario che la stampante si colleghi ad Internet tramite un router wireless ("modalità infrastruttura").  
Una variante evoluta della modalità adhoc è la Wi-Fi Direct ma non tutte le stampanti dispongono di questa funzione.

La fase successiva al collegamento "fisico" è quella di configurazione del software per installare la stampante in rete. Quindi sia che tu usi un router di rete / wireless, uno switch, un hub o un access point, devi comunque installare il driver di stampa relativo allo specifico modello di stampante su ogni PC della rete che utilizzerà la stampante condivisa. 
Spesso le stampanti di ultima generazione sfruttano la tecnologia plug and play che permette di collegare la periferica al PC ed utilizzarla senza che l'utente conosca o metta in pratica una reale installazione del software. In particolare il "driver" software è fornito a corredo della stampante (su CD DVD auto-installante), oppure per alcuni modelli di stampante molto diffusi, viene automaticamente riconosciuto dal sistema operativo. Comunque se non hai il CD originale puoi scaricare il driver software dal sito Web del produttore della stampante (che oltretutto pubblica sempre la versione più aggiornata).
.

2) PC + STAMPANTE CON PORTA USB o PARALLELA. 
2) PC + STAMPANTE CON PORTA USB o PARALLELA.
In nero i cavi Ethernet, in rosso il cavo USB
Se devi mettere in rete una stampante che possiede solo la porta USB o la vecchia porta Seriale Parallela (LPT1), allora puoi collegare la stampante direttamente alla corrispondente porta di un Personal Computer già connesso in rete locale (ad esempio potrebbe essere definito il "SERVER" della rete) e poi installare su di esso il driver della specifica stampante. 

Porta USB e Cavo USB (lato PC)
Porta USB e Cavo USB (lato PC)
Poi rendi condivisibile a tutti gli altri PC, la stampante assegnata al SERVER, e installi su ogni altro PC il driver relativo al modello della stampante. Fai attenzione al fatto che tutti i PC devono appartenere allo stesso gruppo di lavoro o allo stesso dominio
In questo caso la stampante risulta accessibile e disponibile attraverso il SERVER per cui questo speciale computer deve essere sempre mantenuto acceso e in funzione per permettere agli altri l'utilizzo della stampante!


LA CONDIVISIONE.
Porta Parallela LPT1 (lato PC)
Porta Parallela LPT1 (lato PC)
Attivare la condivisione di file e stampanti su Windows 7
Apri le impostazioni di condivisione avanzate cliccando sul pulsante Start e su Panello di controllo. Nella casella di ricerca, digita rete, clicca su Centro connessioni di rete e condivisione e poi seleziona Modifica impostazioni di condivisione avanzate nel riquadro a sinistra.
Clicca sulla freccia verso il basso per espandere il profilo di rete corrente.
Se la condivisione delle stampanti è disattivata, sotto Condivisione file e stampanti seleziona Attiva condivisione file e stampanti e fai clic su Salva modifiche.

Poi devi condividere la stampante
Clic su Start e quindi scegli Dispositivi e stampantiClicca con il pulsante destro del mouse sulla stampante da condividere fai clic su Proprietà stampante.
Clicca sulla scheda Condivisione e seleziona la casella di controllo Condividi la stampante.


3) PRINT SERVER + STAMPANTE CON PORTA USB. 
3) PRINT SERVER + STAMPANTE CON PORTA USB.
In nero i cavi Ethernet, in rosso il cavo USB
Nel caso tu non voglia dedicare un PC alla stampante e tenere sempre acceso il PC che fornisce la condivisione, allora puoi acquistare un print / printer server, ovvero un apparecchio hardware dedicato, in genere poco ingombrante e che consuma poca elettricità, che fa da ponte tra l'interfaccia USB della stampante e la rete locale (LAN). Un generico print server è dotato di una o più porte USB e/o una o più porte parallele oltre naturalmente alla porta Ethernet (o Wi-Fi). Puoi collegare alle porte di questo dispositivo appunto una o più stampanti  e condividerle con tutti i PC della rete attraverso il collegamento in rete locale. Inoltre poiché il print server ha  una scheda di rete interna con una sola porta Ethernet dovrai collegarlo fisicamente ad uno switch o router per poterlo "raggiungere" e sfruttare da molteplici PC.
Esempio di PRINT SERVER
Esempio di PRINT SERVER

Ogni print server ha modalità di configurazione differenti in base a marca e modello, tuttavia la sua configurazione prevede in genere di collegarsi via browser ad un indirizzo IP specifico di amministrazione e poi di impostare le varie opzioni seguendo le istruzioni dell'apparecchio acquistato. Solitamente è possibile configurare il print server sia con un indirizzamento IP statico che dinamico (DHCP).



4) ROUTER ADSL + STAMPANTE CON PORTA USB. 
4) ROUTER ADSL + STAMPANTE CON PORTA USB.
In nero i cavi Ethernet, in rosso il cavo USB
Se hai a disposizione un modem / router ADSL "evoluto" che possiede anche una porta USB attivabile come "printer server" allora puoi collegare la stampante al router ADSL e renderla condivisibile su tutta la rete LAN.
Anche in questo caso non è necessario dedicare un PC all'operazione, basta che il router ADSL sia acceso e collegato allo switch della rete LAN. Se poi il router ADSL ha più di una porta Ethernet, almeno in ambito casalingo, potrebbe anche sostituire lo switch di rete. 

Ad esempio nei modelli di router ADSL
Esempio di ROUTER WIFI
Esempio di ROUTER WIFI
"ALICE GATE 2 PLUS WIFI" e,
"ALICE GATE VOIP 2 PLUS WIFI" è necessario accedere tramite web browser all'indirizzo IP di amministrazione del router (di default è 192.168.1.1) inserire la password (di default è "admin"), spostarsi nella sezione relativa alla "Porta USB", attivare "USB Printer server" e assegnare un nome al device. 


Esempio di configurazione della porta USB Master del modem / router ADSL (ALICE GATE)
Esempio di configurazione della porta USB Master del modem / router ADSL (ALICE GATE)
ALICE GATE 2 PLUS WIFI
ALICE GATE 2 PLUS WIFI
La stampante va collegata alla porta USB master del router. Infine su ogni PC Windows che dovrà utilizzare la stampante, è necessario aggiungere una nuova periferica "stampante" indicando il percorso e il nome del router (\\alicegate) o l'indirizzo IP del router, e anche il nome del device (vedi nell'esempio: 163). 

Infine devi caricare sul computer il software che consente di stampare quindi devi scegliere e installare il driver software corrispondente al modello di stampante che vuoi utilizzare.
Esistono numerosi altri modelli di modem / router ADSL che supportano la condivisione in rete della stampante (o addirittura del disco fisso esterno) attraverso la porta USB. Solitamente questa caratteristica è indicata nel manuale del router con la presenza di una porta chimata "USB Master".
Ecco ad esempio altri modelli di modem router ADSL con porta USB Master:
Se il router ADSL scelto per questa mansione è in realtà "di recupero", potresti  anche "sottoutilizzarlo" destinandolo ad funzionare esclusivamente come semplice printer server + switch (evitando quindi di usarlo come sistema di accesso a internet tramite ADSL).
Se poi il router è anche WiFi la stampante ad esso connessa diventa di conseguenza una stampante  raggiungibile in WiFi !!!

Vodafone Station 2 
La Vodafone Station 2, a mio avviso, merita un paragrafo a parte per la facilità con cui permette di condividere una Stampante collegandola in una delle 2 porte USB di cui è dotata. 
La configurazione della stampante è semplicissima basta inserire sul browser l'indirizzo IP della Vodafone Station 2 (192.168.1.1), e cliccare sul pannello "condivisione" (oppure cliccare sull'indirizzo http://vodafone.station/main.cgi?page=sharing.html ). 
Poi devi porre su "on" l'interruttore grafico "condivisi tutti i contenuti" relativo alla stampante
In basso troverai la tua stampante con una luce verde a destra. Clicca sopra la stampante e si espanderà una finestra con scritto "Per configurare la stampante di rete è sufficiente aprire la funzione di gestione stampanti dal tuo Sistema Operativo e inserire l’indirizzo riportato di seguito: http://vodafone.station:XXX/printers/XXXXX" (le X cambiano a seconda della stampante).
  • Con Windows 7 clicca su Start --> dispositivi e stampanti, poi clicca in alto "aggiungi stampante".
  • Nella finestra che si aprirà clicca  su "Aggiungi stampante di rete, wireles o Bluetooth".
  • Se trovi la tua stampante, seleziona la. 
  • Se NON la trovi pressochè immediatamente, clicca su "La stampante desiderata non è nell'elenco".
  • Nello spazio "seleziona una stampante condivisa in base al nome" copia il l'indirizzo di prima ("http://vodafone.station:XXX/printers/XXXXX"). Clicca  su avanti.
  • Apparirà "Aggiunta di XXXX su http://vodafone.station:XXX completata. Clicca su "avanti".
La Vodafone Station 2 funziona sia come switch Ethernet (3 porte 10/100 Megabit + 1 porta 1000 Megabit) sia come Access Point Wireless, pertanto la stampante potrà essere condivisa sia in rete locale cablata, sia in WiFi.


Alcune informazioni integrative:
    Adattatore USB - LAN (HP)
    Adattatore USB - LAN (HP)
  • La Hewlett Packard (HP) ha messo in commercio un adattatore USB - Ethernet per collegare in rete le sue stampanti USB. Se la tua è compresa nell'elenco di quelle compatibili puoi utilizzare l'adattatore (Q6275A). Da notare che è progettato anche per le stampanti All-In-One (multifunzione) quindi permette di mettere in rete e fruire in condivisione della funzionalità di scansione (scanner).
    Kit Upgrade Wireless (HP)
    Kit Upgrade Wireless (HP)
  • Sempre la Hewlett Packard (HP) ha realizzato un kit di upgrade per la stampa wireless per collegare in rete WiFi le sue stampanti USB. Se la tua è compresa nell'elenco di quelle compatibili puoi utilizzare l'adattatore (Q6259A). Anche questo dispositivo è progettato per mettere in rete le funzionalità di scansione delle stampanti All-In-One (multifunzione) .
    LINKSYS (PSUS4)
    LINKSYS (PSUS4)
  • esistono in commercio dei print server con porta USB che integrano anche uno switch di rete Ethernet (non è un router), che possono essere utili per unificare e ridurre il numero di apparecchiature di collegamento LAN. Ad esempio il LINKSYS Print Server con switch 4 porte (PSUS4).











    LINDY - adattatore USB/Parallela
    LINDY - adattatore USB/Parallela
  • Oppure esistono degli adattatori da porta USB a porta parallela (LPT1). Ad esempio questo adattatore Parallelo - USB della LINDY"Questo adattatore può essere utilizzato anche con alcuni router di ultima generazione per collegare una stampante parallela alla porta USB del router stesso. Controllate quindi che il vostro router abbia questa funzione prima di acquistare questo adattatore consultando il manuale o contattando direttamente il produttore del router." Fonte LINDY.
    TP-LINK (TL-WPS510U)
    TP-LINK (TL-WPS510U)
  • Chi possiede una rete Wireless potrebbe preferire rendere condivisibile in Wi-Fi una stampante USB attraverso un apposito adattatore. In questo modo è possibile trasformare una stampante USB in Wi-Fi e collegare ad esempio un Notebook in WiFi ad una stampante che nativamente non è dotata di WiFi. Il vantaggio di questa scelta, oltre alla possibilità di condivisione multi-dispositivo, è la maggiore libertà di collocazione fisica, nel senso che con il Wireless (rispetto al cavo USB) è possibile aumentare di molto la distanza tra notebook e stampante. Ecco alcuni esempi di adattatori: solo Wireles = TP-LINK Pocket Print Server Wireless N 150Mbps (TL-WPS510U), e sia Ethernet che Wireless = Hamlet Wireless Print Server (HPS01NW)

ESPERIENZA PERSONALE:
Con Windows (ma ormai anche su LINUX) la condivisione delle periferiche in rete è un'operazione semplice e alla portata degli utenti meno esperti; l'unica considerazione importante da tenere presente è che se si utilizza la condivisione attraverso un computer, il PC che rende possibile la condivisione (cioè quello cui è collegata fisicamente la stampante) potrebbe rallentarsi perché risente del carico di lavoro in più dovuto allo spooling delle stampe. 
Per quanto riguarda i veri apparecchi "print server" dedicati (ad esempio quelli della D-LINK DP-300U con 2 porte parallele e 1 USB), devo dire che possono essere molto utili soprattutto in ambito aziendale, dove è necessaria una disponibilità H24
Infine voglio sottolineare che i router ADSL sfruttati come printer server possono essere anche migliori per funzionalità, compatibilità e prestazioni rispetto ad altre soluzioni. In particolare ricordo che per rendere condivisibile in rete un fotocopiatore multifunzione provvisto nativamente di una sola porta USB (ad esempio: KONICA Minolta Bizhub 163) si può evitare di acquistare la scheda di rete specifica, utilizzando al suo posto ad esempio un router ADSL ALICE GATE VOIP PLUS WIFI (Pirelli) configurato come printer server e con il vantaggio ulteriore di rendere possibile la condivisione non solo via LAN ma ANCHE in WIFI !!! 

Alcune note e avvertenze generali:
    multifunzione
  • Una Stampante Multifunzione con connessione USB può essere sfruttata al meglio solo quando è collegata direttamente alla porta USB di un PC (e NON alla porta USB di un ipotetico router). Infatti con una multifunzione puoi acquisire immagini attraverso lo scanner della stampante e, attraverso alcuni modelli di multifunzione fax, puoi anche inviare e ricevere fax con il PC, ma solo se la stampante è collegata al PC direttamente via porta USB.  Queste funzioni estese sono fornite dal software specifico distribuito con la stampante e diventano indisponibili quando si collega la multifunzione alla porta USB di un router (al posto di quella di un PC). L'unica funzione disponibile risulta essere la pura e semplice stampa (condivisa). 
  • Le quattro soluzioni sopraindicate prevedono la possibilità di creare alcune varianti mischiando i collegamenti via cavo a quelli Wireless. Ecco ad esempio uno scenario possibile: un notebook (PC) connesso in Wireless ad un Router ADSL WiFi (con switch Ethernet integrato) il quale a sua volta è connesso via cavo Ethernet ad una stampante con porta Ethernet.
  • Quando una stampante con porta USB viene condivisa sfruttando altre modalità di connessione (quindi NON è connessa direttamente al PC via porta USB), allora potrebbe accadere che i messaggi di avviso per sostituire l'inchiostro o aggiungere la carta non siano trasmessi dal router / print server al computer.
  • Se condividi una stampante con porta USB attraverso un PC che monta un sistema operativo Windows a 32 bit potresti avere problemi ad installarla attraverso un altro PC con sistema Windows a 64 bit. Approfondimento su: Windows 7 a 64 bit non installa stampanti condivise da XP a 32 bit? Ecco la soluzione!
  • Le stampanti Host based GDI o Win-printer funzionano correttamente solo quando sono collegate direttamente al PC (Windows) via porta USB o parallela. Quindi in generale le stampanti GDI NON sono compatibili con print / printer server,  router, access point o con qualsiasi altra tecnica di collegamento in rete. L'unica modalità di stampa condivisa che può funzionare è quella indicata al punto "2) PC + STAMPANTE CON PORTA USB o PARALLELA".
  • Attenzione se vuoi condividere la stampante USB in rete utilizzando un puro e semplice ADATTATORE da USB a Ethernet devi sapere che NON può funzionare con le stampanti! Infatti esso è progettato per mettere in rete un computer e NON una stampante. Quindi NON è possibile trasformare una porta USB in ETHERNET con un semplice connettore o convertitore e poi utilizzarla per stampare. Per mettere in rete una stampante è necessario che l'adattatore sia stato appositamente progettato alla specifica funzione e quindi che sia ANCHE un Print serverInsomma deve essere DIVERSAMENTE ADATTATORE :-P.
©RIPRODUZIONE RISERVATA



attenzione!
Come vorresti che fosse migliorato questo articolo?
Lasciami un commento con le tue impressioni o richieste!
google plus
Se trovi utile questo articolo clicca sul pulsante "G+1" in fondo al post prima della sezione "Commenti"!

Nessun commento :

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...