mercoledì 29 aprile 2015

Come (ri)attivare i "Plug-In NON SUPPORTATI" su Google Chrome

Se su Google Chrome, durante la navigazione su internet, compare la scritta: “Questo plug-in non è supportato” (vedi Figura 1) significa che la pagina web visitata contiene un componente plug-in di tipo "NPAPI" (Netscape Plugin Application Programming Interfaceper il quale Google ha deciso di non fornire più supporto nativo. 

Figura 1
Google nel corso del 2014 ha modificato il suo approccio al supporto in Chrome di alcuni Plug-In cosiddetti NPAPI, in quanto li considera ormai obsoleti. 
Inoltre Google sta ancora valutando come modificare questo supporto nel prossimo futuro (2015). In particolare i passaggi saranno  questi:
  • Gennaio 2015 - i plug-in NPAPI sono bloccati per impostazione predefinita. L'utente può sbloccarli manualmente solo per siti specifici.
  • Aprile 2015  (Chrome 42) - i plug-in NPAPI sono disabilitati per impostazione predefinita. L'utente può ri-abilitarli seguendo la procedura riportata di seguito.
  • Settembre 2015 (Chrome 45) - i plug-in NPAPI NON saranno più supportati in alcun modo (!)

Per i pochi mesi che rimangono da Aprile a Settembre 2015 riporto i passi da fare con cui forzare Google Chrome a riabilitare temporaneamente il supporto per i plug-in NPAPI 

ISTRUZIONI:

Aprire Google Chrome e sulla barra degli indirizzi digitare:

chrome://flags/#enable-npapi

Premere il tasto “Invio” (vedi Figura 2)

Figura 2

La finestra mostrerà una serie di opzioni, la prima delle quali sarà “Attiva NPAPI Mac, Windows”. Per default è disabilitata e compare su sfondo grigio chiaro con la scritta Abilita” (Vedi Figura 3). 
Ciò significa che Chrome attualmente è configurato per NON SUPPORTARE I PLUGIN NPAPI.
Figura 3

Cliccare sul link "Abilita" posizionato subito al di sotto della voce Attiva NPAPI Mac, Windows”


Viene automaticamente ricaricata la stessa finestra e la voce Attiva NPAPI Mac, Windows compare su sfondo bianco con la scritta “Disabilita” (vedi Figura 4). 
Questo significa che ora Google Chrome è configurato per SUPPORTARE NUOVAMENTE I PLUGIN NPAPI (!)

Figura 4
La figura 4 mostra la situazione finale in cui deve trovarsi Google Chrome per permettere l’utilizzo dei plugin NPAPI.

Chiudere e riaprire Google Chrome per rendere effettive le modifiche.

Come già illustrato in precedenza questa forzatura sarà utilizzabile solo sino a settembre 2015 e non oltre!
©RIPRODUZIONE RISERVATA

AMAZON ADS