giovedì 21 luglio 2011

🛠️Guasti e Riparazioni: dischi rigidi e supporti di memorizzazione

Purtroppo può capitare di perdere accidentalmente i dati contenuti in un supporto di memorizzazione (chiamato anche "memoria di massa secondaria") per i motivi più vari e disparati.
Per questo motivo è buona norma fare numerose copie di Backup preventivi di tali dati, anche adottando supporti di memorizzazione differenti !!!
Quando la frittata è fatta è opportuno cercare di individuare il tipo di guasto per procedere al meglio nel recupero dei dati (quando possibile)!

Si può definire "supporto di memorizzazione":
- un disco rigido o disco fisso tradizionale (cioè con parti meccaniche in movimento), o all'inglese "Hard Disk Drive (HDD)", sia interno che esterno;
- un'unità a stato solido o "Solid State Drive o Solid State Disk (SSD)" ;
- una scheda di memoria in tutti i possibili formati, come ad esempio Secure Digital (SD), Secure Digital High Capacity (SDHC) o Secure Digital eXtended Capacity (SDXC);
- una penna o chiavetta USB (detta anche pendrive)
- un dischetto magnetico floppy disk
- un Compact Disk (CD), un Digital Versatile Disk (DVD), o un Blu-ray Disc (BD);
- il nastro magnetico (TAPE) per la memorizzazione di dati digitali come QIC, DAT, Exabyte ed LTO;

Per ogni tipo di supporto il tipo di guasto può essere ricondotto a queste due macro tipologie:
- guasto FISICO (meccanico / elettronico) causato da usura, difetto di fabbricazione, problemi di alimentazione (sbalzo di tensione / fulmine), caduta accidentale, danneggiamento, surriscaldamento,  ecc. 
- guasto LOGICO (firmware / file system) causato da errori o corruzioni nel file system, problemi di alimentazione (sbalzo di tensione) che smagnetizzano il primo settore del disco cancellando o modificando gli indirizzi di partizione, oppure cancellazione / formattazione accidentale?!, ecc.

PREMESSA: raramente (ma è possibile che accada) un semplice spostamento del PC può accidentalmente smuovere il Disco rigido e scollegare il cavo di alimentazione o il cavo dati. In questi casi basta aprire il CASE e verificare il corretto collegamento dei cavi.

Consideriamo ora le macro tipologie di guasto applicate la supporto forse potenzialmente più complesso, ovvero il disco rigido:
Un suo guasto FISICO (meccanico) può riguardare il motore, il pre-amplificatore, o le testine. In genere si riconosce facilmente la natura del guasto quando si sente il forte rumore metallico che la testina produce quando tenta di muoversi sulla superficie del disco. In questo caso il disco "sembra in vita" ma non legge correttamente i dati (parzialmente o totalmente). In genere ciò è dovuto alla rottura di qualche parte meccanica del disco o della testina, e spesso durante il suo funzionamento la testina "ara" il disco come un aratro, producendo sinistri cigolii!!! In altri casi il rumore è quasi impercettibile e probabilmente è dovuto alle testine che tentano di muoversi ma sono "incollate" alla superficie del disco (probabilmente a seguito di una caduta o di una mancanza di corrente improvvisa).
Quando invece il problema non è così grave, e se riguarda solo la superficie dei dischi, è possibile che si sia rovinata solo una piccola parte dei settori/cluster che contengono i dati, perciò si può tentare di recuperare dall'hard disk almeno i dati non interessati dal guasto.
Un altro sintomo di usura o danneggiamento del disco si può intuire quando l'avvio del PC diventa lentissimo e progressivamente il funzionamento di tutto il sistema operativo si rallenta sempre di più. Alcuni produttori di Computer inseriscono (soprattutto nei notebook) la possibilità  di eseguire software di diagnostica del sistema che permettono di verificare il corretto funzionamento delle componenti del PC. 
Errori disco segnalati da Software di Diagnostica 



Un guasto FISICO (elettronico) si può individuare facilmente quando il disco:
  1. non viene riconosciuto dal (BIOS) del PC, oppure il sistema si blocca durante la fase di avvio (boot).
  2. non produce alcun "suono di normale funzionamento" e/o non illumina il LED di lettura/scrittura del disco, insomma quando "non da segni di vita". 
In genere questo accade dopo uno sbalzo di tensione o un corto-circuito, e può essere un buon indizio la presenza di parti annerite sull'elettronica del disco fisso o l'odore di bruciato! Anche il calore eccessivo dovuto ad un surriscaldamento del disco può provocare danni; in genere questo problema si verifica quando il disco si trova in una posizione non sufficientemente ventilata (e rinfrescata) dentro il case del PC. 



Un guasto LOGICO (file system) è dovuto a problemi che sono occorsi durante la memorizzazione dei dati e non comporta un guasto fisico. Esso è evidente quando il disco è riconosciuto dal PC ed è possibile accedere al disco ma non ai dati. Può essere causato da E-virus oppure da errori involontari del software o del sistema operativo durante l'accesso appunto al File System (FAT, FAT32, NTFS, EXT, EXT2, EXT3, ecc.) 
In questo caso i  messaggi di errore più frequenti sono: "Manca il sistema operativo" o "Disk Boot Failure, insert system disk and press enter", "MBR (Master Boot Record) mancante". 
Se il disco ha perso le informazioni relative al File System può anche comparire il messaggio "Disco non formattato, procedere alla formattazione?" ma è opportuno EVITARE DI FORMATTARLO fino a quando non si sono recuperati i dati! 
A volte un shock elettrico può cancellare alcune informazioni del file system senza danneggiare fisicamente il disco. Con opportuni software di recupero (e spesso anche tanta fortuna) è possibile tentare il recupero o ripristino delle partizioni del disco del Master Boot Record e dei file di dati presenti ma non danneggiati.

In alcuni casi un insieme ridondante di dischi indipendenti può essere collegati attraverso il sistema di condivisione Redundant Array of Independent Disks (RAID). In questo caso può essere possibile il recupero dei dati presenti nei dischi RAID attraverso la sostituzione di uno o più dischi e la conseguente operazione di sincronizzazione dei dati.
Un discorso a parte merita la cancellazione accidentale dei files o la formattazione accidentale di un disco. 


Un guasto LOGICO (firmware) può verificarsi per semplice usura o per corruzione dei dati. Può anche presentarsi quando, durante un aggiornamento del "software interno ai componenti elettronici del disco fisso (firmware)", per qualche ragione l'update non va a buon fine (firmware non compatibile o di errata versione, interruzione di alimentazione elettrica a metà processo, ecc.) 


©RIPRODUZIONE RISERVATA

AMAZON PRIME e PRIME VIDEO