martedì 15 maggio 2018

mRemoteNG: un manager di connessioni remote completo e gratuito

mRemoteNG è un software per sistemi Windows che ti permette di aggregare tutte le tue connessioni remote e di vederle riepilogate in un'interfaccia semplice e potente.
Quando vuoi attivare una delle connessioni remote che hai creato, ti è sufficiente fare doppio click sulla voce interessata.


mRemoteNG supporta i protocolli seguenti:

I sistemi operativi supportati sono:
mRemoteNG è un software open source e il suo utilizzo è completamente gratuito

[Sito Web] www.mRemoteNG.org
[Windows Download] mRemoteNG

sabato 17 marzo 2018

Cuffie e Altoparlante Portatile per audioconferenze da urlo!

Ti capita spesso di usare il tuo Notebook per fare chiamate Skype e non riuscire a comprendere cos'ha detto il tuo interlocutore? Oppure è lui che non sente bene quello che dici tu? 
Questo accade perché le casse e il microfono dei notebook spesso sono di livello medio basso.
La soluzione più utilizzata è quella di dotarsi di un paio di cuffie con microfono da collegare al laptop.
In questo caso è meglio non badare a spese e scegliere cuffie di marca, orientandosi su quelle che possiedono anche la riduzione del rumore di fondo.

    

Se invece hai bisogno di fare audio-conferenze insieme ad altre persone puoi dotarti di un Altoparlante  portatile.

Ad esempio il fantastico Jabra Speak 510 ha una batteria ricaricabile che può durare sino a 15 ore e può essere collegato al computer sia via cavo USB ma anche via Bluetooth®. Inoltre può funzionare anche in combinazione con Smartphone e Cellulari.


 

ESPERIENZA PERSONALE:
Lo speaker portatile è a mio parere utilissimo soprattutto quando fai "conference call" con persone che parlano un'altra lingua, in quanto il dispositivo riesce ad amplificare notevolmente il volume della voce e quindi ti aiuta a comprendere meglio le parole pronunciate dal tuo interlocutore. 



©RIPRODUZIONE RISERVATA

Come Inviare file grandi sino a 30 GB gratis

Se hai la necessità di inviare per email file o cartelle molto pesanti (ad esempio 2 GB) la maggior parte dei provider di posta elettronica non ti permettono di usare la tua casella di posta.
Puoi aggirare questa limitazione sfruttando il servizio offerto dal sito web FILEMAIL, che permette di inviare allegati "pesanti" fino a 30 GigaBytes!


Attraverso questo sito devi
  • selezionare i file di enormi dimensioni presenti bel tuo computer e che devi spedire, 
  • scrivere il tuo indirizzo email e quello del destinatario
  • inserire un titolo (oggetto) e un testo del messaggio. 
Poi premi invio e inizia il caricamento del tuo file sui server di FILEMAIL.


Una volta che è stato completato l'upload il sito web invia una mail al destinatario in cui è contenuto il link da cliccare per procerde al download del file.
In sostanza il destinatario riceve nella sua cassetta postale solo il collegamento al file, e ha a disposizione un numero di giorni predefinito per procedere allo scaricamento del file,

Questo sito web mette a disposizione 3 piani tariffari (con caratteristiche differenti)  fra cui uno completamente gratuito.
  • FILEMAIL Gratuito 
  • FILEMAIL Pro - €8,15/mese
  • FILEMAIL Business - €15,00/mese
Già con il piano FILEMAIL Gratuito hai a disposizione un servizio notevole:
  • Dimensione massima degli allegati: 30 GB
  • Giorni di disponibilità sui server: 7 
  • Downloads Illimitati
  • Tracciamento degli invii
Inoltre esiste una specifica APP FILEMAIL anche per dispositivi Android e iPhone/iPAD così puoi inviare facilmente file enormi anche da Smartphone e Tablet.

[Web Link]: FILEMAIL

ESPERIENZA PERSONALE:
FILEMAIL Gratuito è uno dei pochi servizi che mette a disposizione gratuitamente uno spazio così grande (ben 30 GB), solitamente si arriva al massimo a 2 GB. Inoltre puoi utilizzare FILEMAIL Gratuito senza la necessità di registrare un account.
Direttamente dalle FAQ del sito si può apprendere che i server di FILEMAIL sono collegati direttamente alle reti principali di Level3, GTT, NTT, Tata, NLayer, AMS-IX, Cogent e molti altri con BGP4. Ciò significa che tutti i trasferimenti dei files hanno velocità superiori rispetto a quelle offerte da altri servizi cloud.
Se hai bisogno di mantenere i tuoi file memorizzati e disponibili online per più di una settimana utilizzando un servizio di trasferimento via web gratuito leggi il post: Come scambiare giga-file su internet? con GE.TT !

©RIPRODUZIONE RISERVATA

sabato 17 febbraio 2018

Ecco il carattere che blocca i dispositivi Apple

Attualmente esiste un bug che affligge tutti i dispositivi Apple e li rende vulnerabili di fronte ad un piccolo e semplice carattere della lingua indiana (telugu).

Carattere Telugu che manda in crash gli Apple
Sembra assurdo ma se questo preciso carattere viene visualizzato all'interno di un campo testuale di una qualsiasi APP, il programma va in crash. Se poi lo stesso simbolo viene mostrato in una notifica di sistema, va in loop l’intera gestione della schermata home (springboarde dunque il dispositivo stesso. 

In quest'ultimo caso evita di riavviare l'apparato perché rischi un “bootloop” del dispositivo. In sostanza il carattere non sparisce mai dalla schermata, e ogni volta che viene visualizzato provoca il riavvio. Purtroppo dopo una serie imprecisata di riavvii il dispositivo (iPhone, iPad) potrebbe resettarsi chiedendo una re-installazione come da nuovo. 

Se ricevi un messaggio su iPhone da WhatsApp, Facebook Messenger, Twitter, ecc.  contenente il carattere incriminato, non appena hai il controllo del sistema, cerca di eliminare direttamente il messaggio, la conversazione o direttamente la APP (e poi prova a reinstallarla)
In alternativa fatti inviare altri messaggi sulla stessa APP per eliminare progressivamente quello problematico.


Tra le applicazioni che vanno in crash ci sono, oltre a quelle già segnalate, anche Gmail, Outlook per iOS, e alcune per MacOS come la suite Adobe,

Il bug affligge tutti i prodotti Apple (iPhone, iPad, iWatch, ...) in quanto è presente in tutti i loro sistemi operativi: iOS, watchOS, tvOS e macOS.

Ad esempio nel caso dell’applicazione Messaggi puoi eliminare la conversazione seguendo i seguenti passaggi:
  • Vai su Impostazioni
  • Seleziona Generali
  • Vai su Spazio libero iPhone
  • Scegli l’applicazione Messaggi
  • Vai alla voce Conversazioni
  • Premi il pulsante Modifica (in alto a destra)
  • Seleziona la conversazione interessata
  • Premi il pulsante Cestino (in alto a destra)

Se invece non hai ancora ricevuto il messaggio malevolo disattiva le notifiche di ogni applicazione seguendo questi passaggi:
  • Apri Impostazioni
  • Vai alla voce Notifiche
  • Seleziona l’App dall’elenco
  • Cliccare per disattivare sulla voce Consenti Notifiche
Apple sta già lavorando ha già lavorato ad una correzione del bug e sembra che la versione beta di iOS 11.3 sia già protetta. che viene corretto installando le nuove versioni dei vari sistemi operativi: iOS 11.2.6, watchOS 4.2.3, tvOS 11.2.6 e macOS High Sierra 10.13.3 

[Fonte Openradar]

AMAZON PRIME e PRIME VIDEO