lunedì 18 marzo 2013

🔏"PRIVACY E SOCIAL NETWORK": consigli per un uso CONSAPEVOLE e trucchi per non correre RISCHI!

Ogni volta che ti iscrivi ad una nuova Rete Sociale o su un Social Network (per brevità SN) fai molta attenzione alle SUE Politiche di gestione della TUA Privacy!  
Ad esempio ecco la "Normativa sulla Privacy di Facebook".
Adotta sempre gli opportuni accorgimenti per non divulgare inavvertitamente informazioni troppo personali
I rischi che potresti correre sono spesso sottovalutati!
In queste "piazze virtuali" Ã¨ molto facile condividere: fotografie, filmati, pensieri, indirizzi e numeri di telefono. Ma quanto sei tutelato?
Image courtesy of  Stuart Miles / FreeDigitalPhotos.net

Ecco un elenco dei Social Network più diffusi nel mondo:
  • Facebook
  • MySpace, 
  • Hi5, 
  • Flickr, 
  • Skyrock, 
  • Friendster, 
  • Tagged, 
  • LiveJournal, 
  • Orkut, 
  • Fotolog, 
  • Bebo.com, 
  • LinkedIn, 
  • Badoo.Com, 
  • Multiply, 
  • Imeem, 
  • Ning, 
  • Last.fm, 
  • Twitter, 
  • MyYearbook, 
  • Vkontakte,
  • aSmallWorld, 
  • Windows Live, 
  • Xiaonei
Sei a conoscenza di quali sono i principali rischi che corrono i TUOI dati personali quando li diffondi più o meno volontariamente sui Social Network o nelle Comunità Virtuali?

Rivelare troppe informazioni personali sulla propria vita potrebbe crearti problemi in questi termini: 
  • suscettibilità al cyber-bullismo, 
  • attenzione dei predatori on-line, 
  • violazione della privacy, 
  • molestie derivanti da stalking,
  • furto d'identità, che "consiste nell’ottenere indebitamente le informazioni personali di un soggetto al fine di sostituirsi in tutto o in parte al soggetto stesso e compiere azioni illecite in suo nome o ottenere credito tramite false credenziali."

Le informazioni personali che possono essere utilizzate in modo fraudolento sono ad esempio:
  • nome, cognome, indirizzo
  • codice fiscale, partita iva
  • numero di telefono di casa o del cellulare
  • luogo e data di nascita
  • numero della carta di credito
  • fotografie (in particolare in primo piano come nei documenti)
  • estremi del conto corrente e/o del numero del rapporto titoli della banca (se posseduto)
  • Altre informazioni come: nomi dei genitori, nomi di amici, luogo di lavoro, nome dei figli, informazioni sugli animali domestici, ecc.
Ecco alcuni consigli, organizzati sotto forma di "Regole", da seguire per proteggere la PROPRIA privacy o almeno per essere consapevoli di quante e quali informazioni si stanno rendendo pubbliche.


Regola 1: "CONTROLLA LA CONFIGURAZIONE PREIMPOSTATA DI DEFAULT" 
Solitamente ogni nuovo utente di un Social Network dovrebbe avere sempre il proprio profilo preimpostato per "default" al massimo livello di privacy (cioè tutti i flag vistati su "nessuna condivisione"), ma non tutti i SN si comportano in questo modo. 
Verifica subito quante e quali informazioni vengono automaticamente condivise con i tuoi amici o sono addirittura mostrate pubblicamente
Potresti NON essere consapevole che alcune delle tue informazioni sono già state rese pubbliche! 
Quindi prenditi un poco di tempo per verificare le politiche della Privacy relative a tutti i Social Network cui ti sei iscritto, e controlla le configurazioni dei profili in tutti i tuoi account!
In particolare verifica sul tuo profilo:
  • chi ti può contattare, 
  • chi può leggere quello che scrivi, 
  • chi può inserire commenti alle tue pagine, 
  • che diritti hanno gli utenti dei gruppi ai quali appartieni
All'inizio scegli sempre impostazioni orientate al massimo della privacy e limita il più possibile la disponibilità di informazioni personali, soprattutto per ciò che concerne la reperibilità dei tuoi dati da parte dei motori di ricerca


Regola 2: RICORDA: "VERBA VOLANT, SCRIPTA MANENT (le parole volano, gli scritti rimangono)"
In generale fai sempre attenzione al contenuto dei tuo interventi, siano essi semplici messaggi in chat, commenti nel tuo blog o in quelli di altre persone, nei forum, nei tweet ed anche nelle tue email
In particolare fai attenzione ai contenuti inseriti nei Social Network! La natura dei SN facilità la condivisione scritta di informazioni (anche confidenziali) che successivamente potresti pentirti di avere diffuso e soprattutto che non puoi o non riesci più ad eliminare da Internet!
Se inserisci i tuoi dati personali su un Social Network, puoi addirittura perderne il controllo. Infatti i dati possono essere registrati da tutti i tuoi "amici" e dai componenti dei gruppi cui hai aderito, e possono essere rielaborati e diffusi, anche dopo anni. 
In particolare fai attenzione a NON condividere pubblicamente nei SN queste informazioni personali:
  • nome e cognome, 
  • età
  • numeri di telefono, 
  • indirizzo email, 
  • indirizzo fisici sensibili (casa, ufficio, scuola o università frequentata).
Tieni presente che, esattamente come nella vita reale, non tutti gli "amici" sono uguali, ci sono AMICI veri di cui ti puoi fidare e altri meno fidàti, per cui fai attenzione a quello che scrivi sui SN. 
Ad esempio un giudizio o un commento poco lusinghiero su una persona potrebbe essere usato da qualcun altro per arrecarti guai.
Quando accetti le condizioni per entrare a far parte di un SN, a volte, concedi all’impresa che gestisce il servizio, la licenza di usare illimitatamente il materiale che inserisci: 
  • fotografie e immagini
  • chiacchere in chat e discussioni, 
  • post e recensioni
  • considerazioni personali, 
  • abitudini, 
  • interessi, 
  • ecc.
Inoltre, se decidi di uscire da un SN, tieni presente che alcuni di essi spesso ti permettono solo di “disattivare” il tuo profilo, non di “cancellarlo”. Quindi tutto il materiale che hai messo on-line, potrebbe permanere conservato negli archivi informatici dell’azienda che eroga il servizio.
Suggerimenti: 
  • il sito Web AccountKiller fornisce istruzioni dettagliate per uscire dai più popolari Social Network. Il sito è in inglese, ma le istruzioni sono spesso un collegamento alla poco pubblicizzata pagina di cancellazione predisposta dal social network prescelto, e per i più importanti è in italiano.
  • Poiché prevenire è meglio che curare ... non scrivere delle tue abitudini ed evita di fare sapere i tuoi spostamenti soprattutto se ti allontani da casa per medi o lunghi periodi, potresti dare informazioni utili ai malintenzionati.


Regola 3: "USA UN ALIAS"
Se ci tieni all'anonimato, al posto del tuo Nome e Cognomepotresti utilizzare un alias o uno pseudonimo non riconducibile alla tua reale identità
Anche quando scrivi supponendo di essere protetto dall'anonimato di un semplice nome fittizio (o all'inglese nickname) fai comunque attenzione in quanto anch'esso potrebbe fornire indirettamente informazioni che riconducono alla tua reale identità. 
Ad esempio non scegliere un nickname identico a quello del tuo indirizzo di posta elettronica!
Evita di inserire nel nickname la tua data di nascita o altri dati personali. Ecco ad esempio una piccola lista di nickname "chiaccheroni": Ugo.Verdi.12021978Mario1980, Paolo.Rossi.MI, Franco.Firenze, ecc. 
Esempio di Avatar generico
Evita inoltre di utilizzare una TUA FOTO come immagine di riferimento nel profilo del tuo account (Avatar).
Usa piuttosto un'immagine generica e "neutra" che non ha alcun collegamento alla tua persona. 
Soprattutto evita di utilizzare lo stesso pseudonimo e/o la stessa immagine generica in molteplici Social Network. Un utente smaliziato potrebbe collezionare informazioni da vari Social Network (Google+, Facebook, Twitter, ecc.) e incrociare tutti i dati e tutti gli interventi che si riferiscono alla (tua) medesima combinazione pseudonimo + immagine. In questo modo si potrebbe compilare un tuo profilo molto più ricco di informazioni in quanto risulterebbe essere la somma di tutti gli interventi che hai fatto nei vari Social Network.




Regola 4: "LE MIE FOTO SONO MIE"
Inserire le fotografie della propria vita privata (abitazione o punti di interesse nei paraggi, oggetti di valore o preziosi) sui Social Network e renderle pubbliche può, nel tempo, avere risvolti anche spiacevoli. 
Ecco alcuni esempi teorici:
a) Alcuni amici pubblicano su un famoso SN una tua foto completamente ubriaco durante la tua festa di laurea e proprio quel giorno hai un importante colloquio di lavoro per un'azienda il cui recruiter  verifica spesso i profili dei candidati su Internet.
b) Scrivi sul tuo SN preferito che sei costretto a spegnere il sistema d'allarme di casa tua perché una colonia di calabroni ci ha costruito accanto un alveare e ingenuamente posti la FOTO del nido su Internet con tutti i commenti del caso. Il giorno dopo ti chiamano al lavoro perché hanno appena svaligiato casa tua.
c) Navighi su Internet e ti imbatti in una persona che non solo si chiama come TE ma usa una TUA vecchia foto per spacciarsi per TE e scrive commenti inappropriati ai TUOI amici. 
Chiaramente per lo steso principio è fortemente sconsigliato inviare foto personali a sconosciuti!
Attenzione: anche se elimini le tue foto dal Social Network NON è detto che il Social Network le cancelli immediatamente da tutti i suoi archivi; sul Blog "Il DisinformaticoPaolo Attivissimo ha condotto un test relativo alla cancellazione di una foto su Facebook, per approfondire l'argomento leggi "Test: quanto a lungo rimane visibile una foto cancellata su Facebook?"


REGOLA 5: "IL MIO DIARIO LO GESTISCO IO"
La chat o diario sul profilo dovrebbe essere impostata sin da subito a sola lettura per tuttiInvece alcuni Social Network per default lasciano già ai tuoi amici la possibilità di scrivere sul tuo diario. Se non vuoi che qualcuno scriva sul tuo diario devi poterlo proteggere e devi poter scegliere chi può scrivere sul tuo diario (ad esempio solo gli amici o addirittura solo alcuni amici). Inoltre devi poter cancellare autonomamente i commenti che vengono scritti sul tuo diario. Ad esempio, se vuoi rimanere anonimo e qualcuno scrive il tuo nome e cognome sul diario del tuo profilo o qualche informazione che ti riguarda ... devi essere in grado di impedirglielo o almeno dovresti essere avvertito quando avviene ed eventualmente devi potere cancellare queste informazioni! Verifica puntualmente se tutti questi diritti sono rispettati nel SN che utilizzi.


REGOLA 6: "DOVE SONO REALMENTE?"
La geo-localizzazione Ã¨ una funzionalità che individua in quale luogo ti trovi fisicamente in ogni istante della tua vita reale
In particolare se hai uno smartphone e sei costantemente connesso ai Social Network potresti volontariamente o involontariamente indicare ad altre persone qual è la tua posizione geografica e addirittura quali sono i tuoi spostamenti abituali. 
Spesso i fidanzati e le fidanzate gelose usano questo sistema per tenere d'occhio i relativi partner! 
Sono ormai moltissimi i servizi Web (come ad esempio: Google Maps), e i Social Network (come ad esempio: FousquareTwitterFacebook, Flickrche utilizzano la funzione GPS (Sistema di posizionamento Globale), presente in tutti i telefoni cellulari e anche in alcune moderne macchine fotografiche, per individuare la tua posizione e poi rivelarla più o meno pubblicamente attraverso vari servizi o funzioni.
L'aspetto negativo della geo-localizzazione degli utenti è che può potenzialmente fornire a chiunque informazioni sensibili anche attraverso l'utilizzo di un semplice smartphone.
Ad esempio la funzione "Geo-Tagging" associa a qualunque oggetto o servizio, informazioni precise relative al suo posizionamento sul globo terrestre tramite coordinate geografiche e altri dati come altezza,  velocità e ora, in modo da poter facilmente organizzare, ricercare e visualizzare graficamente le informazioni su mappe digitali.
  • Il Geotagging, che in Facebook equivale alla funzione Luoghi o Mappa e in Instagram equivale alla funzione PhotoMap, può potenzialmente descrivere tutto quello che fai e quali luoghi visiti nella tua vita reale, cioè per intenderci: dove lavori, dove prendi l'aperitivo o vai al ristorante, quale palestra frequenti, chi incontri... 
  • La funzione "Persone Vicine" di WeChat oppure "Amici nelle vicinanze" di Facebook, quando è attiva, può indicare anche a dei perfetti sconosciuti quanto essi sono distanti da te (da alcuni chilometri sino ad un centinaio di metri).
  • Facebook Messenger può mostrare la posizione fisica in cui ti trovi ogni volta che invii un messaggio. Per non vuoi mostrare la tua posizione devi cliccare su impostazioni (simbolo dell'ingranaggio in alto a destra) e deselezionare la voce "Posizione".
  • La "cronologia delle posizioni" di Google tiene traccia degli spostamenti effettuati da qualunque dispositivo Android (ma anche iPhone e iPad) dotato di GPS (Smartphone, Tablet, ecc) e collegato al tuo Google Account e può mostrarli su una mappa indicando data e ora di ciascun rilevamento. Va precisato però che in teoria solo chi ha accesso al tuo account (quindi in teoria solo tu) può visualizzare queste informazioni. Inoltre puoi disattivare il rilevamento delle posizioni dei tuoi dispositivi attraverso le impostazioni del tuo Google Account (vedi qui la pagina di supporto di Google
Tutto questo può fare la felicità di almeno due categorie di persone: gli stalker e i "topi d'appartamento".
Per tutelarti puoi leggere ad esempio su Facebook la pagina di aiuto "Privacy delle Posizioni" che spiega quali politiche regolano la funzione TAG delle posizioni e come impedire ad altre persone di "TAGGARTI".
Tuttavia se usi uno Smartphone per accedere ai SN, forse il modo più semplice e veloce per mantenere anonima la tua posizione è quello impostare direttamente sul telefono la disattivazione del servizio di localizzazione (servizio GPS o posizione). In questo modo nessuna App del telefono potrà individuare la tua posizione. 
Quando scatti una foto con lo Smartphone è possibile che le coordinate relative alla tua posizione vengano automaticamente inserite all'interno della foto come etichette dati (TAG) secondo il formato metadati Exif (Exchangeable image file format). Per evitare di inserire queste informazioni nelle foto che scatterai, senza disattivare completamente il GPS, devi entrare nelle impostazioni della applicazione "Macchina Fotografica" e disattivare la funzione "GPS TAG". Per le foto che hai scattato, se utilizzi Smartphone e Tablet Androidpotrebbe esserti utile la APP "Image Privacy" che permette di eliminare le coordinate GPS e gli altri metadati EXIF di ogni foto selezionata.


REGOLA 7: "DOVE SONO VIRTUALMENTE?"
Alcuni SN tracciano i tuoi spostamenti sul WEB e possono rivelare quali persone, appartenenti allo stesso SN, hai contattato o quali siti Web hai visitato
Anche se tu cancellassi o impedissi agli sconosciuti di vedere direttamente i tuoi spostamenti virtuali, dovresti comunque stare attento ai tuoi amici! Infatti in questi casi vale la funzione TRANSITIVA cioè, se un tuo amico (B) visita il tuo profilo (A) e una terza persona (C) "amica del tuo amico" segue i suoi spostamenti (B), quest'ultima potrebbe comunque arrivare sino a te (A)!
Un SN può rivelare indirettamente ad altri quali sono i "tuoi amici" anche se tu non dichiari o mostri apertamente quali sono. Infatti se il SN mostra pubblicamente gli utenti che hanno visitato la tua pagina personale o il tuo blog, soprattutto nel caso in cui esso sia appena stato creato, è possibile ricavare informazioni su di te. Poiché accade spesso che un NUOVO profilo o blog venga visitato soprattutto da chi conosce già quell'utente di quel NUOVO account lasciando una traccia del proprio passaggio.


REGOLA 8: "L'AMICIZIA E' UNA RELAZIONE BIUNIVOCA"
Se io dico di essere amico di Tizio, Tizio dirà che io sono suo amico. Pertanto supponiamo che io abbia 3 amici ma che non voglia mostrare quali sono blindando il mio profilo... Basta che loro 3 mostrino quali sono i LORO amici (fra cui ci sono ovviamente anche io) ed è possibile scoprire indirettamente chi sono i MIEI amici. Chiamiamola "insicurezza transitiva". Quindi evita di mostrare le tue connessioni con altre persone.
Inoltre una buona norma è quella di "accettare richieste di 'amicizia' solo da persone che conosci anche nella vita reale".

TEOREMA DEI GRUPPI DI AMICI
"Le persone che già nella vita reale appartengono ad un GRUPPO, spesso tendono a concedere la loro 'amicizia' agli appartenenti di quello stesso GRUPPO che sono iscritti ad un Social Network,"
Questo teorema è applicabile a molti Social Network: Google+, Facebook, Twitter, ecc. Per GRUPPO si intende un insieme di persone che: 
  • condividono passioni o interessi comuni, 
  • sono colleghi di lavoro, 
  • vivono in una stessa città o regione, 
  • ecc. 
Un utente smaliziato che riesca ad individuare gli AMICI COMUNI di alcune persone che ritiene appartengano ad uno stesso GRUPPO, potrebbe incrociare i dati e ipotizzare quali sono TUTTI gli appartenenti a quel GRUPPO
Quindi una volta che sono stati individuati tutti i componenti di un GRUPPO, è possibile che le informazioni "comuni" a tutti, anche se reperite attraverso ALCUNI componenti, possono essere estese e associate a TUTTI i componenti.
Ad esempio se sono a conoscenza del fatto che alcuni componenti di un GRUPPO lavorano in una determinata azienda, posso ipotizzare che anche i rimanenti componenti del GRUPPO siano loro colleghi.
Naturalmente come in tutti i Teoremi ci sono le eccezioni o falsi positivi. 
E' chiaro inoltre che se tutti gli utenti di un determinato Social Network NON facessero vedere pubblicamente i loro amici TUTTI sarebbero più sicuri! 
Ogni Social Network dovrebbe adottare come minimo la policy "io devo poter scegliere che la mia amicizia possa essere vista SOLO dai miei amici e NON ANCHE dagli amici degli amici.
Alcuni Social Network fra cui Facebook hanno introdotto alcune tipologie di Gruppi fra cui scegliere le configurazioni della privacy:
  • Tutti
  • Amici di Amici
  • Amici
  • Solo io
  • Personalizzata (Persone o liste specifiche)
in questo modo è più semplice discriminare quali informazioni condividere con gli altri. 
Ad esempio Facebook permette di modificare la Privacy relativa alla propria "lista di amici" utilizzando i gruppi precedentemente indicati, ma avverte anche sulle possibili implicazioni:

"Chi può vedere i tuoi amici?
Ricorda: i tuoi amici controllano chi può vedere le loro amicizie nei rispettivi diari. Se le persone sono in grado di vedere la vostra amicizia nel diario di un'altra persona, potranno vederla nella sezione Notizie, nella ricerca e altrove su Facebook. Potranno inoltre vedere gli amici che avete in comune sul tuo diario."

E' chiaro che l'impostazione più sicura per nascondere a tutti (compresi gli sconosciuti) la propria lista di amici Ã¨ "Solo io". Ma attenzione, anche scegliendo l'impostazione più restrittiva si ha la falsa convinzione che questa informazione sia sufficientemente privata, e cioè visibile solo ai propri amici. 
Tuttavia la  divulgazione della propria lista di amici dipende anche da quanto viene protetta dai propri amici e di fatto potrebbe diventare persino di pubblico dominio attraverso una tecnica di raccolta dati consentita da Facebook.
Come esempio si può utilizzare il profilo di Mark Zuckerberg (zuck) fondatore di Facebook, che ha una lista di amici privata e che quindi non lascia trapelare all'esterno quali sono tutti i suoi amici. 
Se però si riesce ad individuare il profilo di almeno un amico di Zuckerberg, che sia meno attento alla privacy e preferisca lasciare "pubblica" la propria lista di amici, come ad esempio Chris Cox (chris.cox) Vicepresidente di Facebook, allora Ã¨ possibile individuare gli amici in comune fra le due persone (Zuckerberg e Cox) utilizzando questo metodo: 


Più in generale la formula è la seguente:

https://www.facebook.com/nome.profilo[profilo con lista di amici privata]/friends?and=secondo.profilo[profilo con lista di amici pubblica]

E' chiaro che, sostituendo molteplici contatti comuni e iterando questa formula, è possibile collezionare sempre più nominativi di persone e risalire a molti se non addirittura a tutti gli amici di Zuckerberg.
In proposito Cyberint ha pubblicato una descrizione del "problema" e un software in grado di collezionare informazioni utilizzando questa tecnica.
[Fonte] CyberInt

Anche Google+ possiede alcune Cerchie :
  • Amici
  • Famiglia
  • Conoscenti
  • Persone che seguo
Ed è possibile creare cerchie / liste personalizzate. Quindi è buona norma creare liste supplementari come: "Amici stretti",  "Colleghi", "Persone Fidate" o altre in modo da proteggere ulteriormente la propria privacy.


REGOLA 9: "Attenzione a Webcam e Microfono"
Alcuni malware che si diffondono come virus informatici, possono modificare il funzionamento della Webcam installata sul tuo PC o integrata nel tuo notebook. In sostanza questi malware possono disabilitare la luce LED che indica il funzionamento della webcam (dove è presente) e attivare da remoto il funzionamento della webcam e del microfono quando il PC è acceso e collegato a internet. Quindi potenzialmente uno sconosciuto intruso dall'esterno potrebbe carpire e registrare immagini, video e conversazioni fatte nella tua stanza in qualunque momento. Ovviamente se tu non sai di essere ripreso o ascoltato potresti dire o fare cose che non vorresti fossero diffuse pubblicamente. Anche i Social Network possono essere veicolo di applicazioni malevole le quali tentano di aggirare le protezioni all'utilizzo della Webcam. Un metodo artigianale ma efficace per essere sicuri di non essere visti o sentiti senza il tuo consenso può essere quello di coprire con nastro adesivo opaco la Webcam e il microfono!


REGOLA 10: ACCORGIMENTI  VARI

Il tuo indirizzo email e persino le mail che spedisci possono fornire tracce per raccogliere informazioni aggiuntive sul tuo conto.
Anche se crei un indirizzo email basato su un acronimo incomprensibile o un ALIAS generico (ad esempio: x100, brtk, toroseduto) ma contemporaneamente usi questa mail per registrarti a vari Social Network o Servizi Web associandola alle tue vere generalità, NON sei per NULLA al sicuro da eventuali raccolte di informazioni personali. 
Esistono alcuni servizi web che raccolgono, incrociano e mostrano tutte le informazioni disponibili sul web (siti e Social Network) relativamente ad un persona partendo dal suo nome, nickname, numero di telefono, dalla via di abitazione o appunto dall'indirizzo emailSi possono citare Spokeo e Pipl. Ad esempio su Pipl fornendo la sola email si potrebbero ottenere in risposta: Foto, Nome, Cognome e link ai principali Social Network (facebook, Google+, Linkedin, ecc.) della persona associata all'indirizzo mail.
Alcuni Social Network, fra cui Facebook, permettono di cercare persone partendo anche dal loro indirizzo email. Basta accedere a Facebook e incollare silla barra di ricerca l'indirizzo email della persona sconosciuta e avviare la ricerca. Se la persona è iscritta a Facebook con quell'indirizzo email, nei risultati di ricerca verrà mostrato il link del suo profilo social con tanto di foto, nome e cognome.
Un altro metodo per recuperare informazioni sul proprietario di un indirizzo email consiste nell'analizzare una mail inviata da quella persona.  E' sufficiente copiare dalla intestazione del messaggio di posta ricevuta l'indirizzo IP del mittente e cercarlo su internet con appositi servizi (ad esempio Whois IP) in grado di associarlo su mappa all'area geografica di appartenenza. 
Questo metodo non è infallibile e funziona bene solo se la mail è stata inviata utilizzando una connessione ad internet con indirizzo IP statico e non dinamico.

Per proteggerti meglio in teoria dovresti aprire un account / e-mail differente per ogni Social Network cui ti registri in modo da ridurre la possibilità trovare corrispondenze con l'incrocio dei dati. In questo modo hai anche il vantaggio che, se vuoi interrompere la connessione con quel sito, basta semplicemente che smetti di usare quell’account.

Pertanto tieni presente che anche se utilizzi un ALIAS, ogni informazione che inserisci in un media elettronico, pubblico o privato che sia, può potenzialmente rivelare la tua identità!

Se poi decidi di cancellare la tua iscrizione da un Social Network, ti può essere utile il sito AccountKiller, che illustra passo-passo come chiudere l'account su più di 500 siti web e SN.


[Approfondimenti e LINK]
Garante Privacy - "CONNETTILATESTA"
Garante Privacy - "Come tutelarsi nell'era dei Social Network"
Garante Privacy - "Social Network: attenzione agli effetti collaterali"
Generazioni Connesse
Sicurinrete - centro giovani online



Potrebbero interessarti anche i post:
Whooming: Come scoprire il numero nascosto di chi ti disturba al telefono!
Come bloccare automaticamente le chiamate di alcuni numeri (scocciatori) sul tuo Smartphone

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Come vorresti che fosse migliorato questo articolo?
Lasciami un commento con le tue impressioni o richieste!

AMAZON PRIME e PRIME VIDEO