mercoledì 28 novembre 2012

Windows 7 - Virtual PC - XP MODE - 2 PC in 1

Microsoft Windows 7 (Professional, Enterprise o Ultimate) permette di integrare al suo interno Windows Virtual PC, ovvero un software che consente di emulare virtualmente l'hardware di un computer e quindi facilita l'installazione di sistemi operativi virtuali (fra cui ad esempio Windows XP). In sostanza è come avere un PC dentro al PC, entrambi sufficientemente indipendenti.

Inoltre, per facilitare la migrazione degli utenti da Windows XP a Windows 7, la Microsoft ha concesso la possibilità di scaricare ed installare sullo stesso PC su cui gira Windows 7 anche una copia legittima e gratuita di Windows XP, appunto per retro-compatibilità (Attenzione: purché SEVEN NON sia però nella versione HOME)
Per fare questo bisogna seguire alcuni passi propedeutici all'installazione della cosiddetta "Modalità Windows XP" (o XP-MODE). In sostanza bisogna prima scaricare e installare, sul PC che contiene Windows SEVEN, il software Windows Virtual PC e poi scaricare e configurare la copia legittima di Windows XP, tutto i passaggi sono indicati in questa pagina dedicata (http://www.microsoft.com/italy/windows/virtual-pc/default.aspx)

La Modalità Windows XP permette di eseguire programmi software di Windows XP direttamente sul desktop di Windows 7. 
Inoltre attivando le "Funzioni di Integrazione" per: stampanti, unità usb ma anche dischi interni, si possono condividere e utilizzare le stesse periferiche tra i due desktop di Windows XP e di Seven. 
Quindi è anche possibile accedere alle cartelle di Windows 7, tra cui Documenti, Immagini, Desktop, Musica e Video, da un ambiente di virtualizzazione Windows quale è la Modalità Windows XPAd esempio il disco C di Seven può essere visto in Windows XP come periferica collegata.
Per attivarle è necessario scegliere la macchina virtuale, cliccare su impostazioni e spuntare la voce "Funzioni di integrazione" sulle periferiche e i dischi da mettere in condivisione.

ESPERIENZA PERSONALE:
Sono estremamente soddisfatto della modalità "Windows XP" che mi permette di far funzionare anche i programmi più obsoleti. In particolare con Windows 7 a 64 bit che virtualizza Windows XP a 32 bit posso lavorare anche col software che funziona esclusivamente su macchine a 32 bit.
In passato c'era una ulteriore limitazione al funzionamento di Windows XP in modalità virtuale, ovvero era necessaria la presenza della funzionalità di "virtualizzazione hardware" nella CPU del PC. Tuttavia pur essendo una funzionalità importante ai fini della "velocità di funzionamento" del sistema, non è più vincolante e viene anch'essa eventualmente emulata dal software!
Ho abilitato anche le Funzioni di Integrazione per condividere il disco principale di Seven, ma ho rilevato un problema (bug) a seguito dell'installazione su Windows 7 - x64 bit dell'aggiornamento KB2592687 Update (RDP 8.0 Protocol Update). In effetti dopo l'aggiornamento alcune unità interne (fra cui \\tsclient\C  e \\tsclient\D ) non sono più raggiungibili e cliccandole viene mostrato il messaggio "percorso non disponibile". Attualmente, per quel che so, esistono solo due soluzioni percorribili: disinstallare l'aggiornamento suindicato oppure rendere il disco C condiviso in rete e raggiungerlo attraverso la rete. In attesa di un fix da parte di Microsoft è possibile seguire una discussione in merito sul forum social.technet.microsoft 
P.S.: A quanto sembra il nuovo sistema operativo di Microsoft Windows 8 purtroppo NON prevede gratuitamente la possibilità di installare la "modalità Windows XP"  piuttosto è possibile utilizzare Hyper-V e procurarsi e poi installare una copia full a pagamento di Windows XP. Chi avesse già aggiornato il sistema da Windows 7 a 8 e avesse all'interno una macchina virtuale Windows XP Mode inaccessibile troverà utile questo articolo: Come recuperare dati da una macchina virtuale Windows XP Mode su Windows 8

©RIPRODUZIONE RISERVATA

AMAZON PRIME e PRIME VIDEO